Happy Birthday

Immagina di svegliarti il giorno del tuo compleanno in un posto di immensa bellezza. I proprietari hanno costruito l’agriturismo con una cura dei particolari al di là di qualsiasi possibile descrizione. La casa ricostruita con pietra antica della zona ha gradini vecchi di ottocento anni e pietre originali, l’ulivo fatto arrivare dalla Spagna ha 500 anni, le 800 piante di rose ad accoglierti hanno mille gradazioni di colore. 14.000 metri quadri di frutteto e bosco ti riempiono gli occhi di verde. Ogni stanza ha un colore diverso, pavimento in cotto, doccia con idromassaggio, perfino il bollitore del tè è in tinta con le pareti. Le fantasie delle tende e dei piumoni sono tutte particolari e intonate al fiore che dà il nome alla stanza, gli armadi antichi francesi o piemontesi, le lampade disegnate appositamente a richiamare i colori e i fregi delle stanze e create in vetro a una a una da un giovane artigiano della zona. Veramente indescrivibile tanta bellezza inattesa. E’ un agriturismo costruito, arredato e tenuto con la cura che si dedica alla propria casa.

Lì accanto nel letto c’è la tua nipote più piccola che ha voluto dormire con te, e più in là tua figlia, che ha studiato fino all’una e mezza di notte, ma è pronta alle 7  a regalarti tutta la musica del mondo. Nella stanza accanto tuo fratello e tua cognata. Poco più in là il tuo babbo ottantenne che ha scovato questo posto bellissimo ed è diventato amico dei proprietari. E ancora una stanza più in là i nipoti adolescenti e bellissimi, alle prese con gli ultimi compiti per salvarsi dai debiti estivi, eppure lì, per il nonno, ma nel giorno del tuo compleanno. E ancora tua sorella e tuo cognato… che cosa si può volere di più? C’è pure la cappella di San Martino sulla proprietà, la Sacher torte piemontese con la candelina rosa e per te i sandali della MBT!!!!!!!!!!

Annunci

by the book

Mi viene spesso chiesto qual è il libro che amo di più tra quelli che ho contribuito a portare in Italia. Non ho mai una risposta pronta: ne amo diversi in modo particolare. E come immagino accada per chi ha più di un figlio, ognuno in modo diverso.

Ma quando ho visto questa foto, non ho avuto dubbi: è questo work in progress quello che in assoluto amo di più. Un libro a cui ho donato qualche parola e un po’ di spazio per crescere ed espandersi e che ora si scrive da solo… Un libro scritto a più mani, temporaneamente affidato alle mie: prima vuote, poi commosse e ora che si segnano e chiazzano, ricordandomi che ogni macchietta è un sospiro d’amor…